Approfondimenti

Elenco completo

Lettera aperta

Portare la luce del glorioso vangelo al mondo

Cari Fratelli,

Siamo ormai prossimi alla conclusione di un altro anno civile. La buona notizia è che il ritorno di Gesù Cristo è un anno più vicino, così come il momento in cui sarà stabilito il giusto governo di Dio sulla terra portando a tutti vero insegnamento, libertà, giustizia e sicurezza. Tuttavia, in antitesi con il nostro messaggio, quest’anno è stato uno dei più devastanti mai vissuti: dai disastri naturali allo sfacelo dell’ordine civile e sociale un po’ ovunque. Nessuna parte del mondo è esente dalla terribile realtà dell’insensato terrorismo.

Sulla base di quanto accaduto ultimamente sappiamo che non esistono luoghi sicuri. Dallo spiazzo antistante la chiesa a quello antistante la scuola, nulla è ritenuto sacro. Sono state scosse le fondamenta stesse della civiltà.

Le persone corrono da una parte all’altra cercando invano un’ancora di speranza. Nel tentativo di trovare un senso a un mondo che si è perso per strada, la maggior parte della gente non è ancorata a Dio e diventa quindi facili preda di Satana e dei suoi seducenti inganni. Si passa dall’ascetismo all’edonismo, dal pacifismo alla jihad, a loro volta intrecciate con tutte le combinazioni possibili. Il mondo sembra impazzito. Si potrebbe discutere sotto molti punti di vista che abbiamo provocato noi stessi tutto questo caos. In effetti, il profeta Osea ispirato dallo Spirito Santo disse: “Il mio popolo perisce per mancanza di conoscenza. Poiché tu hai rifiutato la conoscenza, anch'io ti rifiuterò come mio sacerdote; poiché tu hai dimenticato la legge del tuo DIO, anch'io dimenticherò i tuoi figli” (Osea 4:6).

In antitesi con le scelte del mondo, siamo stati chiamati a portare luce e verità a un mondo che ha perso la strada. Dio il Padre ha mandato sulla terra Gesù Cristo per portare grazia, verità e luce a un mondo che ha scelto la via di Satana, ovvero la via del peccato e della morte (Giovanni 1:17). In tempi come questi quanto siamo impegnati ad essere luce nel mondo? In Giovanni 6:63, Gesù afferma che le parole che Egli dice sono spirito e vita. Qui Gesù dichiara con forza che le Sue parole equivalgono a spirito e vita.

Nella prima parte di questo verso Gesù dice che lo spirito vivifica, mentre la carne non giova a nulla. . . . → continua: Portare la luce del glorioso vangelo al mondo